elvo

Il torrente Elvo, o Helevo in latino, nasce dal Monte Mars, prosegue verso sud percorrendo una gran parte della provincia biellese per poi confluire nel Cervo. 

Acque verdi smeraldo che assumono questo colore dalla fitta vegetazione che fiorisce sui suoi argini, l’Elvo è uno corsi d’acqua più frequentati della provincia. 

Una delle ragioni è sicuramente la presenza di alcuni punti in cui il suo corso si restringe creando delle aree in cui l’acqua raggiunge una profondità balneabile.

 

Queste zone conservano letteralmente nel proprio nome una poesia, che si rifà addirittura ai testi dell’Inferno di Dante:

«non molto ha corso, ch’el trova una lama / ne la qual si distende e la ‘mpaluda».

Da qui il nome di lame

La seconda ragione è che tra le sue acque si nascondono minuscole pagliuzze d’oro che ogni anno richiamano diversi avventori con la speranza di trovare delle pepite. Per scoprire di più sui "pescatori d'oro" (così venivano chiamati una volta i cercatori) vi invitiamo a recarvi al Museo dell'Oro e della Bessa dove si potrà capire come essi utilizzavano il Copon in legno, un tipico utensile della valle dell'Elvo per cercare il prezioso metallo.

 

About the planet 

 

Nonostante l’indice di purezza delle acque nel biellese risulta essere spesso soddisfacente, grazie anche al lavoro dei numerosi enti che si impegnano a mitigare l’effetto dannoso degli agenti inquinanti, si può ancora fare molto.

Via Nazario Sauro 11/b   -   Biella, BI - 13900   -   Tel: +39 015 22675

© 2020 Powered by Star Srl